Buckingum Palace, live music

banner-evento-fb-buckingum-palaceI buckingum palace sono tre persone che vanno d’accordo.

Annalisa Vetrugno (basso e voce), Clara Romita (batteria e voce), Stefano Capoccia (chitarra e voce),si incontrano nell’autunno del 2015, reduci da progetti musicali differenti, e iniziano subito a produrre materiale inedito. Spaziando tra indie e math rock, le sonorità che la band crea risultano costantemente mutevoli, ma con un filo conduttore preciso. A gennaio 2016 i buckingum palace suonano dal vivo per la prima volta, condividendo il palco con gli URO. Il30 maggio 2016, la band mette online il suo primo demo, “Apricot”. Interamente autoprodotto, questo è composto da 4 brani inediti, registrati in sala prove, di cui il chitarrista Stefano cura missaggio e mastering. Nonostante questo, i buckingum palace e il loro demo si fanno notare nel panorama musicale della città.Qualche mese più tardi avviano una collaborazione con XO di Giuseppe Gioia, che curerà booking e management della band e la porterà a fare diversi livenel corso dell’estate, chiudendo la stagione con il primo concerto fuoriporta, al Buatt di Eboli. A ottobre, entrano nello studio di Marco Ancona (Bludinvidia, Fonokit), per registrare “Macedonia” EP, in uscita il 17 febbraio 2017 per XO e Cabezon Records. Durante le sessioni in studio i buckingum palace non smettono di suonare dal vivo, comparendo, tra le altre cose, in apertura a La Municipàl, il 24 ottobre 2016. Il videoclip di “Cosmesi”, primo singolo estratto, esce il 30 gennaio 2017 in anteprima su Indie-Roccia.it“Macedonia” contiene i brani di “Apricot” re-incisi più due nuove canzoni ed è disponibile già dal 1o Febbraio in anteprima esclusiva su ONDAROCK.

Giovedì 02 Febbraio 2017
Start h 21:30

Presso il Bukó Circolo Virtuoso
Via Stanislao Bologna 30
Benevento

Tim Holehouse – mutant delta blues from UK

tim-holehouse

Originario di Dorchester (UK), Tim Holehouse è un songwriter e musicista molto particolare.
Nel corso degli anni ha suonato con decine di band, passando dal metal all’hardcore fino al blues e al folk, con incursioni in tutto ciò che lo ispira, senza inibizioni né limiti di genere.
Si è esibito non solo nel Regno Unito ma anche in Cina, Giappone, Australia, USA, Islanda, Austria, Svizzera, Francia e Germania, spesso in coppia con artisti come Oldseed e Octoberman (Canada), Usaisamonster (USA) o Veee Dee (Japan) tanto per citarne alcuni.
Tra album solisti, split e numerose collaborazioni con altri artisti, nel corso della sua carriera Tim Holehouse ha sempre mostrato una linfa creativa davvero invidiabile.
Voce grintosa e rauca alla Tom Waits e una chiara attitudine blues sono i principali tratti distintivi dell’abile compositore inglese dallo spirito troubadour in tour in Italia dalla seconda di metà di Febbraio 2017.

Giovedì 16 Febbraio 2017
Start h 21:00

Presso il Circolo Virtuoso Bukó
Via Stanislao Bologna 30
Benevento

The Wailers Tribute Band, live music

Omaggio a Peter Tosh e Bob Marley, tra note giamaicane e le mura colorate dei meandri del Bukó Circolo Virtuoso.

wailers

The Wailers Tribute Band:
– Elio Fioretti (Chitarra/voce)
– Roberto Sozio (Chitarra/voce)
– Maurizio Di Chiara (Basso)
– Patrizio Paladino (Batteria/percussioni)

Sabato 04 Febbraio 2017
Start h 21:30

Presso il Circolo Virtuoso Bukó
Via Stanislao Bologna 30
Benevento

Viaggio al Suono della Notte

“Viaggio al Suono della Notte” è una performance teatrale e musicale. Con un suggerimento di Pessoa, ci immergiamo in una visione notturna di Whitman, dove musica e recitazione si fondono per accompagnare lo spettatore verso un’esplorazione sull’apparire e l’essere della vita e della morte, della fine e del ritorno.
Attraverso il contatto con dormienti non ancora conosciuti, luoghi non ancora visti, suoni non ancora ascoltati, vi portiamo in un breve viaggio onirico, da cui tornare al brulichio quotidiano, più vicini a quel silenzio e quell’altrove che ci hanno indicato la strada.
I personaggi e le situazioni riprese dalla poesia di Whitman possono diventare simboli nei quali riconoscere la drammaticità della condizione umana contemporanea, tra guerre, naufragi, solitudini, ma anche la profonda forza vitale che spinge a cercare oltre.

viaggio-al-suono-della-notte-web

<< Non so come da te venni, né dove con te io vada … Ma so che venni bene e bene andrò>>

Antonio Ciaramella – chitarra
Giulio Izzo – contrabbasso e synth
Giovanni Simiele – corpo/voce

Domenica 22 Gennaio 2017
Start h 21:00

Presso il Circolo Virtuoso Bukó
Via Stanislao Bologna 30
Benevento

Lost Moon, live music

lost-moon

Lost Moon è una creatura nata nella metà degli anni ’90. Un progetto che esprime rabbia, passione, energia, elettricità, primitive pulsioni psichedeliche. è questa la formula. Dopo 3 album stampati: LOST MOON (diy2001); King of Dogs (UK Division 2007); Tales From the Sun ( Karma Conspiracy 2013) ….in attesa della release del loro quarto lavoro ,distribuito dalla ormai underground cult label tedesca PINK TANK RECORDS e schedulato per la primavera 2017…dopo centinaia di date frà festival e club in tutta europa… celebrando gli oltre venti anni di vita on the road eccoli tornare in modalità psycho acustica in attesa dei loro prossimi ‘Through the Gates of Europe tour chap II E III’…Lost Moon, the finest badass heavy psycho stoned tunes.

LOST MOON :
Stefano Paolucci: chitarra, voce.
Pierluigi Paolucci: batteria.
Adolfo Calandro: basso.

Venerdì 6 Gennaio 2016
Start h 21:30

Presso il Circolo Virtuoso Bukó
Via Stanislao Bologna 30
Benevento

Spot dei meandri

Squeamish Factory, live music

Nel 2013, quattro ragazzi della valle caudina si incontrano e decidono che è il caso di suonare sotto lo stesso tetto. Perché? Affinità musicali e non solo; la voglia, maturata poco dopo la creazione del gruppo, di creare uno stile ed un sound che gli appartenesse e rappresentasse il loro modo di vedere le cose, il mondo.

squeamish-factory

Conosciutisi nei live delle rispettive band liceali, nel maggio 2013 decidono di formare un gruppo con cui eseguono brani dei Queens of the Stone Age, Kyuss, Foo Fighters, Misfits, Deftones, System of a Down, Black Sabbath. Il pesante sound di queste band, unito alla psichedelia di gruppi come Doors, Pink Floyd, King Crimson, Tame Impala,Massive Attack li influenza nelle improvvisazioni e nella stesura dei brani inediti cui si dedicheranno a partire dall’anno successivo. Durante il 2015 si esibiscono in varie date e festival tra centro e sud Italia, come il Meeting del Mare 2015 ed anche all’estero, partecipando al Desert Sun Stoner Rock Festival di Vienna. Nel 2016 si dedicano alla registrazione del loro primo album omonimo, che esce nello stesso anno per l’etichetta barese Contro Dissonance.

Giulio Amoriello: Batteria
Mario Pagnozzi: Basso/Cori
Biagio Izzo: Voce/Chitarra/Synth
Antonio Marotta: Chitarra/Synth/Cori

Sabato 19 Novembre 2016
Start h 21:30

Presso il Circolo Virtuoso Bukó
Via Stanislao Bologna 30
Benevento

7 Training Days, Live music

I 7 TRAINING DAYS nascono nel cuore del centro Italia circa 10 anni fa come punto d’incontro di storie di vita comuni e precedenti percorsi artistici paralleli.
Nel giro di qualche mese mettono in piedi un corposo repertorio di brani inediti e iniziano a calcare le scene dei locali indie/underground della loro regione d’appartenenza.

A inizio 2010 entrano in studio per registrare (al Niski Studio di Andrea Stanisci) il loro primo album, che vedrà la luce soltanto un anno dopo, nel 2011.
Si intitola IN A SAFE PLACE ed è un viaggio in dieci tappe attraverso luoghi fisici e immaginari, in bilico tra emotività e analisi sociale; un modo per rappresentare il “posto sicuro” che è dentro ognuno di noi.
Il disco viene supportato da un lungo tour che regala alla band numerose soddisfazioni da parte di pubblico e addetti ai lavori.

Giusto il tempo di prendere confidenza con un nuovo studio di registrazione (il VDSS Recording Studio di Filippo Strang) ed ecco che i 7 TRAINING DAYS danno nuovamente alle stampe un nuovo prodotto: FINALE/FORWARD, un mini-ep che sterza le intenzioni della band verso nuovi territori e prepara la strada (nei suoni e nel mood) per il secondo album.
La pubblicazione di FINALE/FORWARD è seguita da un nuovo tour e accompagnata da eccellenti recensioni sulle principali testate giornalistiche e webzine italiane.
A fine estate 2011 avviene anche il primo cambio di line-up: dopo 5 anni il chitarrista Achille Fiorini lascia il posto a Daniele Carfagna.

Il ricco tour di supporto all’ep permette alla nuova formazione di trovare gli equilibri giusti, sia a livello comunicativo che compositivo. Ne vengono fuori, di getto, 20 nuove composizioni, tra le quali i 7 TRAINING DAYS scelgono i 12 brani che daranno vita a WIRES, il secondo album.
La band torna nelle stanze del VDSS Recording Studio nell’agosto del 2013 e dà forma al nuovo lavoro in appena 3 mesi. Ed è tutta qui la forza di WIRES, in uscita il 16 dicembre 2013: nello spirito rock, nell’immediatezza, nella freschezza, nel suono sporco, live, che affonda le radici nel cuore degli anni ’70 e restituisce il groove di un calore dimenticato.
Grazie a questo disco e all’impatto dei video dei due singoli estratti dall’album stesso (“Life” e “You are not me”) i 7 TRAINING DAYS raddoppiano letteralmente quanto di buono già fatto fino a quel momento, e sull’onda di numerose eccellenti recensioni (oltre 50) pubblicate in ogni dove raccolgono altrettanti consensi pubblici anche nel lungo tour di 26 date che va ad occupare tutto il 2014.

7training-days

È a questo punto che il gruppo si ferma, cerca di tirare una linea per orientarsi, capire dov’è arrivato, quali sono i territori ancora da esplorare e attraverso quali suggestioni.
Durante un’improvvisazione in sala prove viene fuori l’andamento di quella che viene chiamata, all’inizio per scherzo, STOP THE BOMBING. I riferimenti sono chiari, il respiro è quello a cavallo dei ‘60 e i ‘70, le immagini che vengono in mente sembrano provenire direttamente dell’oscuro periodo americano di Nixon.
Antonio, Daniele, Gianni e Simone non lo sanno ancora, ma qualcosa è stato seminato, e un passo alla volta la band comprende che è la strada giusta, che il suono del nuovo album dovrà essere proprio quello.
Le scelte a livello compositivo si ribaltano, le idee di arrangiamento lasciano spazio per la prima volta a fiati e tastiere. Dopo alcuni mesi di prove e perfezionamento, i 7 TRAINING DAYS sentono che è giunta l’ora di tornare in studio, motivati anche dall’interessamento della VDSS Records, che li recluta tra le proprie fila.
Tra l’estate e l’autunno del 2015 l’album prende forma; tra gennaio e febbraio 2016 viene completato il concept grafico e il video del primo singolo di lancio, la title track “Stop The Bombing”.
Lunedì 11 aprile 2016 l’album viene pubblicato su cd e in digitale, e a settembre è la volta del secondo singolo: ”Awareness”.

7 Training Days
LIVE MUSIC

Sabato 15 Ottobre 2016
Start h 22:00

Presso il Circolo Virtuoso Bukó
Via Stanislao Bologna 30
Benevento

MENIC (from Boston), LIVE MUSIC

menicliveLa musica di Menic è radicata nelle tradizioni musicali dell’Atlantico settentrionale e il Deep Blues dal Mississippi. Cantante, autore, chitarrista e violinista, racchiude in se un mix di stili sia moderni che tradizionali. Nel suo passato musicale si è esibito e ha lavorato con band e artisti di vari generi musicali, Punk, cajun, stoner rock, Irish Folk e Bluegrass, come gli Zeno Tornado, The Dead Brothers, Mama Rosin, Delaney Davidson, The Tight Finks. Queste influenze brillano attraverso il suo primo full-length album, pubblicato in maggio 2012 sulla etichetta Voodoo Ritmes. 12 canzoni originali tra una vasta gamma di stati d’animo e stili, suonata con strumenti acustici come la chitarra, banjo, mandolino, fisarmonica, contrabbasso, violino e chitarra slide.
Menic, con la sua musica, è fautore di suggestioni empatiche con chi lo ascolta: lascia dimenticare ogni vostra giornata se sembra troppo cupa, e ti fa sentire a casa, proprio lì dove sei, di fronte al palco o al bar. Menic cresciuto vicino a Boston, Massachusettes, attualmente vive in Svizzera. Più volte in tournée in Europa con la sua Deep Roots Music band.Nel 2014 da solo in un tour che ha fatto tappa in Slovenia, Croazia, Germania, Polonia e Russia.

menicposterMenic
Live Music

Media/Links:
https://www.youtube.com/watchv=B8uNUFyS1o0
https://www.youtube.com/watchv=K3uVB0H6Y4M
https://www.youtube.com/watch?v=B8uNUFyS1o0

Giovedì 29 Settembre 2016
Start h 21:30!

Circolo Virtuoso Bukó
Via Stanislao Bologna 30
Benevento

TRY CYCLE , live music

Presso il Circolo Virtuoso Bukó, via Stanislao Bologna 30, Benevento
TRY CYCLE , live music
Givoedì 22 Settembre 2016, start h 21:30

TryCicle

TRY CYCLE: è un trio jazz di stampo europeo, formato dal batterista Aldo Galasso, dal contrabbassista Pierluigi Bartolo Gallo e dal sassofonista Ettore Patrevita. La mancanza di uno strumento armonico rende la formazione “atipica”, più interessante e stimolante e da al solista piena libertà di espressione e interpretazione improvvisativa. Svariate sono state le formazioni che hanno proposto questo tipo di organico: Sonny Rollins trio, Ornette Coleman, Fly etc. Il connubio dei due termini, Try (tentare) e Cycle (ciclo o ciclico), sta ad evidenziare la volontà di mettersi continuamente alla prova, sperimentando nuove forme ma mantenendo, comunque, un legame con la tradizione. Attualmente la band è impegnata nell’incisione del suo primo lavoro discografico che uscirà, nel prossimo autunno e proporrà un repertorio di brani originali e di brani standard rivisitati in chiave “try cycle”.

Try Cycle:
Ettore Patrevita: Tenor Sax
Pierluigi Bartolo Gallo: Double Bass
Aldo Galasso: Drums

Giovedì 22 Settembre 2016
Start h 21:30

Presso il Circolo Virtuoso Bukó
Via Stanislao Bologna 30
Benevento