DUBLINO STREETS, live music

Dublino Streets è un progetto musicale nel quale confluisce musica celtica, irish folk con forti contaminazioni etniche che arrivano alle fusioni con innesti mediterranei.
dublino streets
Questo progetto mette in moto un immaginario di pensieri e di fantasie che riportano alle strade irlandesi, dove si parla duro e si gioca con l’armonia, dove la schiuma della vita si respira nella birra scura e dove i sogni di tante generazioni sono state viste sparire all’orizzonte, su una barca che prende il largo.

Dublino Streets:
Cesare Carpenito – Violino, Mandola
Roberto Sozio – Chitarre
Patrizio Paladino – Percussioni

Venerdì 07 Aprile 2017
Start h 21:30

Food Revolution

Breve rassegna cinematografica, alquanto anomala, per introdurci in un nuovo modo di vedere il cibo e per accompagnarci lungo un percorso che ci porterà ad una vera e propria rivoluzione del cibo. Perché tutto ciò che mangi ha una conseguenza…

_DSC9034.NEF– Martedì 04 Aprile 2017 => “Chef” (USA 2014), un film di Jon Favreau. Con Jon Favreau, Sofía Vergara, John Leguizamo, Scarlett Johansson, Dustin Hoffman.

Trama:
Carl Casper è un cuoco creativo, chef di un celebre ristorante di Los Angeles. Il critico gastronomico Ramsey Michel decide di visitare il locale e Carl pianifica per lui un menù coraggioso e innovativo. Ma il proprietario del ristorante insiste affinché Carl riproduca fedelmente il menù ormai collaudato da un decennio. E il critico, dopo aver assaggiato, stronca il cuoco sul suo blog. Segue un forsennato scambio di tweet che sfocia in una lite fra cuoco e critico la quale diventa a sua volta virale su Internet.

supersizeme– Martedì 11 Aprile 2017 => “Super Size Me” (USA 2004), un film di Morgan Spurlock. Con Morgan Spurlock, Daryl M. Isaacs, Lisa Ganjhu, Steven Siege, Bridget Bennett.

Trama:
Il documentario di Morgan Spurlock traccia una linea di confine tra la cattiva alimentazione e il cittadino che la “subisce”. Il dito viene puntato contro i fast food e l’oggetto d’indagine è l’obesità, non dal punto di vista soggettivo, ma come piaga sociale, come problema mediatico, economico, politico e culturale, come un muro che forse soltanto la medicina può oltrepassare, ma non abbattere. La trama è semplice: Morgan Spurlock si sottopone ad una ferrea dieta a base di grassi. Per tre volte al giorno dovrà consumare i pasti da MacDonald’s, avvalendosi della vasta scelta di percorsi calorici da loro consigliati, sempre in formato “supersize”. Il tutto per un mese. Tre esperti, un cardiologo, un nutrizionista e un gastroenterologo seguono il cammino dietetico del regista, prima, durante e dopo. Le conseguenze mediche, subite dal corpo di Spurlock, sono ciò che il film si propone di dimostrare. Una ricerca stilistica e visiva eccellente per il genere e un ritmo piacevole, divertente, a tratti degno di una commedia, rendono questo documentario di livello mondiale, adatto a tutti, educativo, oltre che manifesto reale di un quadro lucido e cinico della società americana.

sausageparty– Martedì 18 Aprile 2017 => “Sausage Party” (USA 2016), Un film di Greg Tiernan, Conrad Vernon. Con Jonah Hill, Kristen Wiig, James Franco, Seth Rogen, Michael Cera.

Trama:
Si respira aria di vigilia di Independence Day fra gli scaffali di un qualunque supermercato in una qualunque città americana. La gente si affretta all’accumulo del peggiore junk food concepito per preparare barbeque grassi e saporiti. Protagonisti della scena del 4 luglio sono, ovviamente, dosi industriali di salsicce Fancy Dogs, panini Glamorous Buns, tacos e birre a volontà, il tutto danzante in ogni genere di salsa dai sapori e colori più creativi. Se l’umanità si appresta fuori dalle saracinesche ad attendere l’apertura del market, chi ne “abita” i corridoi pre-gusta il grande passo che spalancherà le porte del “Grande Oltre”, un luogo paradisiaco dove la leggenda vuole che i prodotti finiscano dopo esser stati acquistati dagli umani. Nessuno sa donde giunga la diceria né l’ha mai sperimentata, ma non esiste alimento che osi metterne in discussione la veridicità. Fra questi anche il salsicciotto Frank e la sua innamorata, la “panina” Brenda che non vedono l’ora l’uno di “entrare” nell’altra, con loro i compagni di confezione, e svariati vegetali, formaggi, bevande e così via. Dopo aver “eseguito” la rituale e gioiosa canzone propiziatoria di apertura negozio si apprestano ad accogliere i clienti, sperando di finire in qualche carrello che li condurrà nell’agognato Grande Oltre…

Tutte le proiezioni avranno inizio alle ore 21:30…puntualissime!
Siate anche voi puntuali nel palesarvi!

Maccaroni Folk Project, live music

Maccaroni Folk Project:
Alberto Maria Langella – Chitarra, mandolino e voce
Marco Cammarata – Chitarra e voce

maccaroni

Il duo nasce un anno e mezzo fa con un esperienza in strada. dal momento della sua fondazione i due musicisti eseguono con regolarità concerti in tutta la campania con una media che va dalle quattro alle otto serate mensili. eseguono brani provenienti da diversi paesi, strumentali ed in forma canzone, tutti rigorosamente acustici e tutti legati ai canti e alle tradizioni del mondo. dall’america all’irlanda. dal latino america alla francia e alla spagna. da brani di origine gitana ad alcune canzoni popolari del sud dell’italia.tale progetto è motivo di studio per i musicisti che si confrontano con generi e tecniche diverse, sperando di portare all’attenzione del loro pubblico canzoni e danze mai ascoltate e ballate.

Giovedì 23 Marzo 2017
Start h 21:30

Presso il Bukó Circolo Virtuoso
VIa Stanislao Bologna 30
Benevento

4NNI di Bukó – Gioie e Dolori

Il Circolo Virtuoso Bukó ha compiuto quattro anni di attività il giorno 8 Marzo 2017.

4NNIEbbene, il Bukó, nell’arco di quattro anni di attività, si è proposto ed imposto nella città di Benevento come nicchia in cui far confluire arte, cultura, associazionismo, tradizione e innovazione. Lo dimostrano le centinaia e centinaia di iniziative che abbiamo promosso e realizzato in questo poco tempo. Non staremo qui ad elencarle perché sono tutte sul nostro blog (strumento poco usato ma utilizzabile da tutti, anche da chi non ha un contatto facebook) e se mai siete andati a consultarlo non credo che vi sia mai interessato sapere cosa facciamo né mai vi interesserà. Non staremo qui a fare un bilancio dei quattro anni a Benevento perché dovremmo parlare di gioie, delusioni, fallimenti, elementi positivi e tanti elementi negativi, non da attribuire alla città stessa ma ad un morbo che la affligge: quello della beneventanità!

logo_buk_OfficialMa questa è un’altra storia che non racconteremo se non quando decideremo di abbandonare questa nave in tempesta. In una città in cui ci sono tanti circoli, tante associazioni, che si dicono “socio-culturali”, speriamo di differenziarci creando aggregazione, facendo cultura, facendo arte, innescando percorsi di conoscenza condivisa con l’obiettivo di favorire una conoscenza collettiva.A tal fine rinnoviamo continuamente le iniziative che promuoviamo, i partenariati con i quali realizzare le stesse, i servizi (che sarebbe più onesto definire “strumenti”) che offriamo nonché i prodotti che mettiamo a disposizione dei nostri associati. Il tutto sempre nel rispetto della filiera corta, della sostenibilità economica dell’attività, badando alla promozione di gastronomia, arte e cultura locale, gestendo il tutto tenendo conto delle regole e delle leggi e della zavorra-burocrazia. Gestendo il tutto anche e soprattutto senza fare business, senza grandi capitali investiti, ma con tanta, immensa passione, amore e senso di responsabilità per il ruolo che ci siamo attribuiti.

Abbiamo avviato il nostro quarto anno di attività con il concerto di una band locale che già da tanti anni fa il giro del mondo: i Lost Moon (Burnt – Lost Moon, live @ Circolo Virtuoso Bukó ). Da settembre va avanti tutti i Mercoledì il “laboratorio di batteria” e il Giovedì il “laboratorio di tamburi a cornice”, nell’ambito della nostro nuovo progetto pomeridiano denominato “officine musicali”. In questa settimana sono vari gli eventi in programma:
– Venerdì 17 Marzo, ore 17.30: “Dagli Elementi al Benessere”, incontro conoscitivo-esperenziale con l’operatrice shiatsu Emanuela Fallarino;
– Sabato 18 Marzo, ore 15.00: “Laboratorio di auto-affermazione di sé”, burleque ed esperenzialità corporea con l’artista Candy Paradise;
– Sabato 18 Marzo, ore 22.00: Live Music con “Moozik”, Folk’n Roll Explosion from Napoli;
– Domenica 19 Marzo, ore 20.00: Presentazione del libro “La Visione di Ben” di e con Jean-Luc Servino.

A breve uscirà il nuovo bando di partecipazione al “Bukórto – rassegna orizzontali di cortometraggi”, la settimana prossima sbarcherà da noi il “Maccaroni Folk Project” (Giovedì 23 Marzo, per essere precisi) e ad Aprile ci saranno tante sorprese, con tanti artisti locali e non. Per scoprirle vi invitiamo nei nostri meandri ricordandovi che venendo alle nostre iniziative o frequentando il nostro circolo non state andando in un pub o in un ristorante. Venendo al Bukó sostenete un modo di fare arte e cultura nuovo per la città di Benevento, tenendo conto di tradizione e innovazione, condivisione ed esperienza collettiva.

Andrea Maio (+39 329 7914 678)
a nome del Circolo Virtuoso Bukó
Via Stanislao Bologna 30 – Benevento
https://bukocircolovirtuoso.wordpress.com/

Presentazione de “La visione di Ben”

“La visione di Ben” e un racconto sentimentale, anzi il racconto sentimentale di un ragazzo molto particolare e critico di quei tanti aspetti per cui l’amore, quintessenza della vita, perde di credibilita. Al tema sentimentale, si affiancano note erotiche e si arriva a toccare la tematica della modernita, non scevra dalla critica che quel giovane idealista, protagonista della storia, le rivolge. Benjamin, stufo della realta che lo circonda, decide di evadere da quel mondo fatto di Ken e Barbie alla continua ricerca del nulla. La sua nuova vita pero non sara tutta rose e fiori come si aspettava. Che fuggire non sia stata la chiave giusta? Che sia lui stesso il problema?

visione ben

Biografia dell’autore: http://gianlucaservino.com/info/

Domenica 19 Marzo 2017
Start h 20:00

Presso il Bukó Circolo Virtuoso
Via Stanislao Bologna 30
Benevento

MOOZIK, live music

I MOOZIK sono una formazione folk rock nata nel 2013 come progetto b-side dei MAJESTY, band formatasi nel 2004 ed attiva da un decennio sulla scena rock campana.

MOOZIK

La caratteristica principale dei MOOZIK è quella di riuscire a rileggere la musica tradizionale napoletana e non attraverso una ricerca sonora ad ampio respiro, nella quale gli echi dei canti tipici del Sud Italia si mescolano a suggestive evocazioni rock. Forte di una solida esperienza maturata dal vivo e consapevole delle proprie potenzialità, il gruppo ha ampliato il raggio delle proprie esplorazioni sonore, sperimentando l’incontro tra riff rock e la musica della loro terra. Da un semplice esercizio di stile, ossia l’applicazione della tradizionale tecnica della tammorra terzinata alla musica rock, nasce un nuovo repertorio fatto di contaminazioni tra la musica rock appunto e le canzoni del repertorio popolare napoletano dall’ottocento sino ad oggi.

E così canzoni come il Canto dei Sanfedisti, O Guarracino, Vesuvio, Allì Uno, Tammurriata Nera, Brigati se more, riprendono vita con nuovi arrangiamento ed un sound più ruvido ed accattivante frutto di un attenta ricerca stilistica e musicale.

“Noi pensiamo che nel dare nuova vita alla musica popolare non può nascondersi alcuna insidia. Intraprendere questo percorso è stato difficile, però quando la tendenza è la paralisi e la stagnazione, andare in controtendenza non può che essere entusiasmante. La ricerca non solo in ambito musicale è la sola strada da percorrere per fuggire al ristagno delle idee, la loro mercificazione e il confezionamento come articolo da regalo. D’altro canto, vecchio e nuovo sono concetti assimilati già da molto tempo nell’unicum dell’esperienza musicale per opera di musicisti, produttori e fruitori di musica da tutto il mondo, dai circuiti ufficiali ai download selvaggi”.

MOOZIK

Sabato 18 Marzo 2017
Start h 22:00

Presso il Bukó Circolo Virtuoso
Via Stanislao Bologna 30
Benevento