Banda del Bukó LIVE @ Bukó

La Banda del Bukó nasce come laboratorio d’idee, di condivisione, di ascolto, di pratica musicale e pratica di vita felice. In questo laboratorio la banda ha dimostrato di essere strumento d’integrazione di musicisti professionisti e non professionisti che insieme hanno collaborato e lavorato come una ditta di costruzioni per erigere tanti palazzi fatti di armonie, allegria ed energie positive – elementi che solo la musica riesce a mettere in circolo nell’aria. Per far ciò sono serviti tanti operai-musicanti e, pertanto, quello che sembrava all’inizio essere un assembramento di pochi uomini armati di strumenti per fare musica diviene un appuntamento che vedrà una vera a propria banda produrre materiale energetico e poietico capace di dare alle persone che ascoltano voglia di costruire e stimolo alla riflessione sul collettivismo quale unica forma di emancipazione dalla tristezza e monotonia di una società sempre più disaggregante.

La Banda del Bukó sarà, per la prima volta nella storia, in concerto presso il Circolo Virtuoso Bukó, uno dei posti dove il gruppo ha lavorato per creare ciò che ora ha tra le mani: musica, rombi movimentati di sguardi intrecciati a forti odori – si! La loro musica puzza! – e tremori instabili delle emozioni!

bandabuk
Insieme al materiale della banda sarà in circolo nell’aria frammenti di esperienze condivise e non, genuflessioni di artisti e meno artisti che vogliono scendere dalle nuvole per ritrovare l’umidità in testa e non sotto i piedi.

Vi ricordiamo che sono in esposizione al Bukó il progetto EX1 di Ubi Bepop e la mostra I♥BN di Melazeta Graphic & Store!
È, inoltre, possibile reperire presso il Circolo l’Agenda dei Beni Comuni 2014 realizzata da YaBasta Restiamo Umani e Melagrana.

Vi aspettiamo…
Venerdì 03 Gennaio 2014
Start h 21:30

NON MANCATE!

Beato chi entrò
nei meandri del Bukó!

“ex 1” – Exhibition by UBI BEPOP

ImageEx 1 è un progetto realizzato con una tecnica mista che va dal disegno a mano all’elaborazione grafica. Trova la sua ragione di essere in un contesto contemporaneo che vuole allontanarsi dall’idea di unicità di un singolo lavoro, provando a ribaltare quella convinzione secondo la quale un lavoro riprodotto più volte perde il suo valore e la sua forza. Il progetto ha come scopo quello di mettere a nudo l’inquinamento semiotico attraverso l’esasperazione di figure post umane atte a descrivere lo svolgimento del rapporto uomo-macchina in uno scenario di iper realtà. Il grottesco delle figure è la chiave creativa: la descrizione dell’avanzamento tecnologico sempre più rapido vissuto dall’uomo moderno in una dimensione di obsolescenza estetica programmata. La strada aperta da questo eterno presente, sebbene all’apparenza appaia come qualcosa di innovativo, non è altro che il perpetuarsi di vecchi paradigmi, strutture e sovrastrutture, il cui scopo è quello del controllo e canalizzazione dei pensieri e dei consumi. Dunque, il tentativo è quello di uscire dalla logica dell’Arte ufficiale come unica espressione valida. La volontà è quella di creare uno spunto di riflessione e una libera circolazione delle intuizioni creative per poter alimentare un confronto spassionato di idee e convinzioni che faccia da base a questo tipo di lavoro.
EX1_2
La mostra a cura di Ubi Bepop partirà il giorno 15 Dicembre 2013 presso il Circolo Virtuoso Bukó, sito in via Stanislao Bologna 30.

NON MANCATE!

EX1